Monthly Archives: Settembre 2015

Il Red Hook Criterium giovedì alle 21 su Bike Channel

Il Red Hook Criterium è senza dubbio una delle gare più spettacolari, più entusiasmanti e più a stretto contatto con il grande pubblico del ciclismo. Nasce come competizione internazionale a tappe durante il 2013, con appuntamenti a Red Hook, che è l’area dei cantieri navali di Brooklyn, ma anche a Barcellona e Milano. L’introduzione di queste ultime due tappe vuole infatti ricalcare l’estetica e la cultura della corsa originale, quella newyorkese. Dal 2015 si è aggiunta anche Londra, che ha ospitato il secondo appuntamento dell’unica competizione ciclistica internazionale che fa tappa sia nella capitale britannica che nella Grande Mela.

read more

Il Basso Lodigiano, un itinerario quasi sconosciuto

Un giro di pianura in una terra quasi sconosciuta, poco appariscente e di passaggio, solcata da autostrade, ferrovie, auto e tir. Ma basta soltanto uno sguardo un po’ più attento per scorgere dietro a questo grigio fondale, un piccolo e prezioso mondo fatto di stradine che incrociano abbazie e ville solitarie, lambiscono piccoli borghi, cascine, sfiorando fiumi e canali che bagnano una campagna tra le più fertili del mondo. E’ il Lodigiano; un posto dove si scoprono lentamente le cose che si nascondono dietro le curve, i filari dei pioppi, lungo le rive di una roggia.

Barcellona? In Bicicletta!

Che Barcellona sia una delle città europee più piacevoli da visitare in bicicletta è noto: intere aree urbane sono isole pedonali ( o ZTL 20km), la rete di piste ciclabili ha una logica comprensibile ( per intenderci: ti portano da un punto A a un punto B della città senza sparire in modo improvviso e misterioso, come capita a Milano. Per intenderci: puoi attraversarla tutta in bici, da un capo all’altro, anche con un bambino di 10 anni, come ho fatto io questa primavera. Provate a farlo a Milano, o a Roma…Anzi, vi prego, non ci provate.), il clima è mite tutto l’anno.

Mondiale, Sagan fenomeno. Italia bocciata

Lo sanno tutti. Peter Sagan è un predestinato. Un corridore potente e di classe. Teoricamente in grado di vincere ogni corsa. A volte forse troppo sicuro di sè, a volte sfortunato. Ma pur sempre un campione. A Richmond era atteso al varco. Favorito numero uno insieme a Degenkolb e Matthews. Quegli strappi duri ma non lunghi si sposavano al meglio con le sue caratteristiche. Detto, fatto. Il capolavoro costruito dalla slovacco negli ultimi 2km è qualcosa che andrà fatto rivedere ai giovani per decenni e decenni. Uno strappo al gruppo senza dare possibilità di replica. Un numero di classe e superiorità manifesta che ha lasciato tutti a bocca aperta.

Una giornata con Bruseghin

Partenza ore 6.30 del mattino. Destinazione? Vittorio Veneto. Anzi, scusate, Piadera, minuscola frazione a due passi dalla città veneta. E’ li’ che mi aspetta Marzio Bruseghin, uno dei corridori che ha fatto parlare di sè fra la metà degli anni Novanta e i primi anni di questo secolo. Un gregario coi fiocchi.

ExpoBici: Padova cambia pelle e crea un nuovo format per il futuro!

“Come non l’avete mai corsa”, dice il claim dell’edizione 2015 di ExpoBici Padova e mai come in questo caso esprime il nostro nuovo progetto. Abbiamo infatti deciso di non guardare al passato, per quanto di grande successo, ma di cogliere le indicazioni di aziende e appassionati per creare un nuovo format, proiettato in un futuro che esprime le mutate condizioni di mercato e di consumo.