Monthly Archives: Dicembre 2015

Buone Feste e…un nuovo anno insieme a Bike Channel!

Bike Channel chiude il 2015 con il sorriso. E’ stato un anno intenso, in cui fra eventi live, reality, documentari ed esclusive abbiamo cercato di andare sempre più incontro ai vostri gusti e alla nostra filosofia. Fatta di passione e voglia di ciclismo, a tutte le latitudini e a tutti i livelli possibili. Ma, come ben sapete, nella vita il passato serve solo fino a un certo punto.

Piede e ciclismo: pedaliamo correttamente?

Le evoluzioni del gesto atletico nel ciclismo sono ” infinite”, un concetto estremo per far capire quanti “movimenti dinamici ” esprimiamo ad ogni uscita con la nostra amata bicicletta. Quanto posturalmente siamo nella vita di tutti i giorni, atteggiamenti per compensare disequilibri del S.T.P. (sistema tonico posturale), automatismi riflessi per stress, posizioni obbligate per lavoro/studio ect. viene poi trasportato in quelle che sono due assi/leve, che ne esprimono un movimento cosi’ simmetrico: le pedivelle.

Armstrong corre e vince, ma la gente non gradisce

Lance Armstrong sta cercando, faticosamente, di ricostruirsi una vita e un’immagine. Obiettivo piuttosto complicato, dopo essere stato il più grande inganno della storia del ciclismo. E anche la sua America non fa sconti. Il texano ha partecipato, e vinto, la Woodside Ramble, una corsa a piedi in salita. 35km, con un dislivello di circa 1000metri, che Armstrong ha percorso in 3 ore e spiccioli, chiudendo al primo posto con 2 minuti abbondanti sul secondo classificato.

La bici durante le feste. Fermarsi mai!

E’ un periodo molto critico per il cicloturista medio; lontana la bella stagione ed eventuali obiettivi e speranze, coperti dalla bruma e sfumati nei contorni, mentre il buco nero nascosto nel divano davanti alla TV esercita la sua potentissima forza attrattiva. Uscire di casa vestiti come un cavaliere medioevale e spingere sulla mtb, a temperature e umidità che spaccano le ossa, risulta impresa ostica assai.