L’irlandese Conor Murphy (Academy U19 Region Sud) ha vinto a Montalcino, Siena, la quarta edizione di Eroica Juniores – Coppa Andrea Meneghelli. Ben 137 corridori al via per un totale di 27 squadre. La corsa, da Siena a Montalcino in 111 chilometri con quattro tratti di strada bianca, ha visto protagonista un terzetto di corridori; oltre a Murphy gli italiani Ivan Toselli (Vangi Il Pirata) e Tommaso Brosio (Ciclistica Trevigliese), attori di una fuga nata proprio su iniziativa di quest’ultimo. La selezione finale è avvenuta lungo la salita finale, a soli tre chilometri dall’arrivo.

Testa e gambe per vincere
Sulla salita finale, cinque chilometri all’arrivo di Montalcino, Bosio ha lanciato un attacco. Toselli non ha retto il ritmo, mentre Murphy è riuscito a rimanere a portata dell’attaccante. A tre chilometri dall’arrivo è stato poi l’irlandese a scattare a sua volta e a lasciare Bosio alle spalle.

“Ho usato la testa oltre le gambe”, ha spiegato l’irlandese vincitore dopo il traguardo. Poi un sorriso grande così: “E’ la prima volta che vengo in Italia e mi è piaciuto moltissimo”. Così Bosio: “Avevo buone sensazioni ed ho provato da lontano. Sapevo di stare bene. Forse ho provato troppo presto a scattare nel finale”. Deluso anche Toselli: “Ho provato a staccare gli avversari lungo l’ultimo sterrato ma poi nella salita finale mi sono mancate le gambe”.

“Questa corsa ha un grande nome e i ragazzi avvertono la responsabilità di correre in un contesto straordinario”, ha sottolineato Giancarlo Brocci, ideatore de L’Eroica mentre Gilberto Simoni, che partecipò alla prima edizione di Montepaschi Eroica, con partenza da Gaiole in Chianti: “Faccio i complimenti ai ragazzi che partecipano perché questa è una corsa molto impegnativa”

La top ten
1. Conor Murphy (Academy U19 Region Sud) km 111 in 2h58’20” media km/h 37,55;
2. Tommaso Brosio (Ciclistica Trevigliese) a 19”;
3. Ivan Toselli (VangiIl Pirata) a 44”;
4. Enea Sambinello (Vangi Il Pirata) a 54”;
5. Simone Galbusera (Pool Cantu’) a 1’32”;
6. Nicholas Travella (Pool Cantu’);
7. Andrea Donati (Ciclistica Trevigliese) a 1’38”;
8. Leonardo Consolidani (Work Service Coratti) a 1’51”; 9.
Santiago Ferraro (Work Service Ferraro);
10. Roberto Capello (CPS Professional Team)

L’Eroica tra antichi valori e nuovi progetti
L’Eroica nasce in Toscana. Questione di anima, terra, strade bianche, paesaggi, buon vino e buon cibo, cultura e passioni, storia e Gino Bartali. Oggi Eroica, sia nella proposta Classic che NOVA, è conosciuta in tutto il mondo per la sua gente speciale, i suoi valori e rappresenta in sé l’idea di uno stile di vita che guarda al futuro, nel rispetto di identità e ambiente, alla ricerca delle radici autentiche di un grande sport come il ciclismo.

Eroica Juniores - Coppa Andrea Meneghelli 2024
Eroica Juniores – Coppa Andrea Meneghelli 2024 – la strada bianca – foto Aurora Bandinelli

lascia un commento