Tra le novità dell’edizione 2024 del Giro d’Italia c’è anche il debutto delle suole Michelin nel ciclismo su strada. Una nuova sfida dopo mountain biking, enduro, gravel, downhill e cross country, dove il brand noto in tutto il mondo per le gomme, anche da bici, e le guide dedicate a ristoranti ed hotel era già presente.

Il debutto delle suole Michelin nel ciclismo su strada è avvenuto attraverso JV International, spiega una nota, azienda italiana a cui Michelin ha affidato dal 2013 la licenza mondiale per la progettazione, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione delle suole a marchio Michelin.

La collaborazione tra i due team di ricerca e sviluppo di Jvi ed Ekoï ha portato allo sviluppo del nuovo sistema presente sulla suola del modello pro team C12.

Al Giro d’Italia, il nuovo modello C12 è arrivato terzo alla 14° tappa “sui pedali” di Thymen Arensman (Ineos Grenadiers). Vale la pena notare che il modello pro team C12 ha già ottenuto una vittoria importante, con Carlos Rodriguez (Ineos Grenadiers) che ha vinto al Tour de Romandie 2024, prima vittoria in una tappa del World Tour nella sua giovane carriera.

La principale innovazione della suola del modello Ekoï pro team C12, spiega il comunicato, risiede nel metodo di produzione. I componenti Michelin sulla suola – puntale e contrafforte – sviluppati esclusivamente da Jv International per Ekoï, sono co-modellati. Questo processo porta all’eliminazione di colle e viti, aumentando così la leggerezza della scarpa, una caratteristica sempre ricercata e fondamentale nel ciclismo su strada. Inoltre, la suola presenta una combinazione innovativa: alla struttura in carbonio intrecciato – che garantisce ulteriore leggerezza e rigidità – è stato aggiunto un sistema di gradazioni di spessore diverso, come sul puntale e sul contrafforte, per massimizzare le prestazioni, proteggere il carbonio dal contatto con il suolo e aumentare la sicurezza del ciclista quando sgancia i pedali.

I componenti sono realizzati in un polimero termoplastico con una percentuale limitata di gomma, migliorando ulteriormente la protezione della suola. Obiettivo del modello Ekoï pro team C12 è ottenere il massimo ritorno di energia durante la pedalata e maggiore aderenza durante le fasi di camminata.
Le C12 sono le prime di una serie di nuovi prodotti Ekoï e Jv International che, con le suole Michelin, arriveranno nei prossimi mesi.

La scarpa é, infine, dotata di Boa Fit System con Dual-Dial Li2, il sistema che mira a una chiusura uniforme riducendo eventuali fastidi e dolori e permettendo regolazioni multidirezionali con serraggio e allentamento facili e intuitivi.

lascia un commento