L’anno scorso ha dovuto inchinarsi soltanto al Campione del Mondo marathon Leonardo Paez, ma il posto d’onore sul traguardo di Telve gli ha permesso di raccogliere punti importanti per la vittoria del circuito trentino mtb. Quest’anno, Andrea Righettini si presenta invece al via il prossimo 30 luglio 2022 con l’obiettivo di andare all’attacco per recuperare terreno e riaprire la corsa al successo finale del circuito. 

Il trentino originario di Brentonico vuole essere protagonista a Valsugana Wild Ride, quarto appuntamento del circuito trentino mtb. L’undicesimo posto alla 100 km dei Forti e il sesto alla Monte Baldo Bike hanno vanificato il successo colto alla Dolomitica Brenta Bike, allontanandolo dalla leadership del circuito trentino mtb ora nelle mani di Kevin Fantinato (Hubbers-Polimedical). Per questo motivo, l’appuntamento in Valsugana del prossimo 30 luglio sarà decisivo per riaprire la classifica generale e continuare a sperare nel bis dello scorso anno. 

“Nonostante la mia stagione stia andando bene, finora nelle gare del circuito trentino mtb ho avuto un po’ di sfortuna, se togliamo il prestigioso successo della Dolomitica Bike”, ha spiegato il portacolori dell’Olympia Factory Team. “A Telve voglio tornare a vincere, sperando di non avere intoppi. L’anno scorso ho fatto una bella gara, sarebbe importante ripetersi perché confermare il successo nel circuito trentino mtb è un obiettivo della mia stagione”. 

Non si nasconde dunque Andrea Righettini, quest’anno vincitore oltre che della Dolomitica Brenta Bike anche della South Garda Bike, della Lessinia Legend Extreme e della Vuelta Ibiza in coppia con Stefano Dal Grande. Lo scorso anno soltanto Leonardo Paez riuscì a piegare il trentino dell’Olympia Factory Team, che con il percorso di Valsugana Wild Ride ha già dimostrato un ottimo feeling.

“È un tracciato molto duro, con una salita lunga dove bisogna essere bravi a gestirsi bene”, ha analizzato Andrea Righettini. “L’introduzione dell’ultima discesa tecnica aggiunge un ulteriore elemento di interesse nel finale, in generale amo le marathon dall’alto coefficiente tecnico. Credo che sarà una gara ad ottimi livelli, anche di partecipazione.” 

Nella tabella di avvicinamento a Valsugana Wild Ride c’è il Campionato Italiano marathon che Righettini e gli altri atleti azzurri affronteranno a Genova domenica 17 luglio: “I Campionati Italiani marathon sono un obiettivo cerchiato in rosso nella mia stagione. A seconda di come ne uscirò, valuterò se partecipare anche ai Campionati Italiani di cross country in Valle di Casies, poi toccherà a Valsugana Wild Ride”.

Valsugana Wild Ride, con i suoi due percorsi (marathon da 62,3 km e 2.950 m di dislivello e classic da 31,8 km e 1.280m di dislivello) è la perfetta sintesi di un evento in grado di coniugare un’anima competitiva con l’obiettivo di mostrare le bellezze naturali del territorio a un’ampia platea di appassionati. In quest’ottica, al fianco delle due gare, Valsugana Wild Ride proporrà anche la “Fun&Ride”, una pedalata non competitiva e aperta a tutti, per godere del territorio senza fretta. 

Inoltre, la domenica precedente l’evento (24 Luglio) si svolgerà per la seconda volta sul tracciato classic della gara una pedalata enogastronomica-turistica, aperta anche alle e-bike con i maestri di mtb del gruppo sportivo a fare da guida. Un’occasione diversa ma sempre preziosa per gustare scorci e sapori di un territorio unico.

Nella foto: Andrea Righettini punta forte a Valsugana Wild Ride dopo la vittoria alla Dolomitica Brenta

Courtesy: Vitesse