Articolo pubblicato su BIKE Volume 3, edizione Winter gennaio-marzo 2021

Un gancio da salotto per appendere la bici in casa come un quadro. Si chiama Stasdock il funzionale dispositivo in acciaio ideato dall’under 30 olandese Jasper Stas e prende il nome da un gioco di parole tra il suo cognome e il termine inglese dock, che potrebbe essere tradotto in italiano con attacco oppure, appunto, gancio.

Di ganci Stas ne vengono distribuiti già più di 2mila pezzi al mese, anche al di fuori dai Paesi Bassi, e la startup è molto attiva nell’individuare nuovi canali di vendita, come dimostrano, peraltro, la partnership con Decathlon e la costante ricerca di rivenditori, per lo più negozi per ciclisti, disponibili a esporre uno Stasdock agli occhi della clientela, per promuovere il brand e contribuirne alla diffusione.

Tra le novità in casa Stasdock, oltre a un packaging green e sostenibile, sono in arrivo nel 2021 un rinnovato design e nuovi colori, per soddisfare tutti i gusti, oltre a nuove specifiche strutturali per rendere l’attacco ancora più resistente. E anche per strizzare l’occhio a nuovi mercati. Grazie al supporto del team marketing, infatti, l’export raggiunge già gli Stati Uniti e diversi Paesi europei, ma quella di Stasdock è una marcia appena iniziata.

La semplicità con cui si può appendere e sganciare la bicicletta fa il paio con la funzionalità dell’oggetto ideato da Jasper nel 2017 quando aveva 21 anni. Lo stile è una caratteristica cui non intende rinunciare. Verniciato a polvere e rivestito all’interno con una morbida schiuma che impedisce all’acciaio di rigare il telaio, Stasdock consente non solo di appendere la bicicletta in casa, ma anche di riporvi comodamente casco, occhiali e altri accessori, compresi quelli più specifici per chi pratica sport, come le scarpe con le tacchette o le bombole d’aria compressa per le forature.

Può usare Stasdock sia il ciclista urbano, che non può riporre la bicicletta altrove se non in salotto, all’ingresso o sul balcone di casa, sia chi necessita di organizzare spazi più ampi ottimizzando disposizione e ingombri. Per esempio, se utilizzato in serie, consente di collocare l’intero parco bici dei ciclisti più esigenti in garage, oppure, perché no, a chi deve disporre l’intera flotta di pedali della famiglia nel box, di non lasciare fuori l’auto. Insomma, sono varie e creative le combinazioni d’uso cui si presta Stasdock.

“Fin dall’anno scorso il settore bici è cresciuto sempre di più, un vero e proprio boom”, conferma a BIKE Stas. “Noi lavoriamo con passione per risolvere il problema di chi non ha sufficiente spazio per la bici. Con Stasdock, infatti, si può ottenere più spazio e al tempo stesso organiz- zare tutti gli accessori di cui c’è bisogno, ma vogliamo realizzare anche un prodotto che sia un po’ come un’opera d’arte nella stanza”. Ci sono riusciti.

(Foto Courtesy Stasdock)

PARTECIPA ALLA NUOVA CHALLENGE DI BIKE

Dal 3 maggio inviaci le foto più belle e significative che ti ritraggano con la tua amata bicicletta.
In regalo riceverai un codice sconto del 15% da utilizzare sul sito ww.ethen.eu

Partecipa