Ausl Bologna e Aoubo-Irccs Policlinico di Sant’Orsola hanno scelto di affidarsi a Pin Bike per incentivare la mobilità urbana sostenibile dei propri dipendenti nel progetto ‘Bike to Work’.

Pin Bike è un sistema antifrode che permette a enti pubblici, imprese e istituti scolastici di poter rilasciare incentivi economici agli utenti che utilizzano la propria bicicletta, nelle tratte generiche e nel bike to work e bike to school.
Il progetto, spiega una nota, è cofinanziato grazie a fondi della Regione Emilia Romagna dedicati alla mobilità sostenibile, coinvolge il Policlinico e oltre 50 sedi Ausl in tutta l’area metropolitana e mira a incentivare l’uso della bicicletta in un’ottica di mobilità sostenibile con la distribuzione di buoni sulla base dei chilometri percorsi e delle emissioni di Co2 risparmiate – associata a una analisi dei benefici sanitari che ne derivano.

Gli incentivi, prosegue la nota, vengono maturati dai lavoratori dell’Ausl Bologna e del Policlinico Sant’Orsola semplicemente raggiungendo il luogo di lavoro sulle due ruote. Il supporto tecnologico fornito da Pin Bike è brevettato antifrode in grado di certificare i chilometri effettivamente percorsi.

Pin Bike, azienda pugliese, opera già nei comuni di Bari, Pescara e Bergamo e negli undici comuni del Patto della Zona Ovest nell’area metropolitana di Torino.

Secondo un report di Pin Bike su dati 2020 nei comuni dove è attivo il servizio sono stati percorsi in bicicletta oltre 800 mila km urbani, per un risparmio di oltre 100 tonnellate di kg di Co2 e sono stati rimborsati chilometri per quasi 75mila Euro.

(Foto: Pin Bike)