Siete amanti della mtb? Allora non potete perdere il prossimo 31 luglio l’Alta Valtellina Bike Marathon, l’evento fuoristrada più importante dell’estate per il ciclismo valtellinese e nazionale. La location di Bormio-Valdidentro, conosciuta meta del turismo montano internazionale, offre infatti un’esclusiva serie di servizi e di attrattive: la possibilità di sciare tutto l’anno, le terme, il Parco Nazionale dello Stelvio, e poi trekking, alpinismo, scialpinismo nel gruppo Ortles Cevedale, un campo da golf, una storia e tradizioni secolari.

Il comprensorio dell’Alta Valtellina, cuore pulsante del ciclismo su strada quale punto di partenza per affrontare i passi alpini dello Stelvio, del Gavia e del Mortirolo che hanno segnato la storia del ciclismo, è anche un vero tesoro naturale per chi ama il ciclismo fuori strada. Lo testimoniano la spettacolarità dei tre incredibili percorsi che hanno determinato negli anni il successo della manifestazione e che sono stati disegnati per i bikers che amano pedalare in quota fra le vette ed i ghiacciai perenni.

Sia nel percorso Marathon di 100 km e 3260 m di dislivello che nel percorso Endurance di 76 km e 2400 m di dislivello come pure nel Classic di 44 km e 1485 m di dislivello si pedala per il 90% tra i 1800 e 2300 m di altitudine. Insomma, non resta che partecipare, ma bisogna affrettarsi: i pettorali per garantire un evento nel rispetto delle norme anti-covid sono limitati a 2mila. L’alta Valtellina vi aspetta a braccia aperte.

(Foto Shutterstock)