Da oltre le Alpi arriva in Italia un marketplace per le bici di seconda mano. Si chiama Tuvalum ed è nato dall’idea di due imprenditori spagnoli, Alejandro Pons e Ismael Labrador. Dopo Spagna e Francia, dunque, la piattaforma è disponibile anche in Italia per l’acquisto di biciclette usate garantite e certificate da un team di esperti che segue passo dopo passo ogni transazione.

L’obiettivo è offrire al cliente un’esperienza di scelta e acquisto più sicura rispetto a chi sceglie invece di comprare ‘al buio’ affidandosi esclusivamente a una ricerca e valutazione online. Tuvalum, infatti, offre consulenza personalizzata (e gratuita) nella ricerca della bicicletta desiderata fino al contatto con il venditore per il ritiro della bici scelta e controllo da parte di meccanici esperti che certificano le condizioni. Dopo di che viene validato il prezzo e finalizzata la spedizione a casa.

Migliaia sono le mountain bike e bici elettriche, da città e da gara, ciclocross e triathlon presenti nel catalogo online, provenienti da venditori privati e negozi specializzati già registrati e verificati. “Siamo molto contenti di essere finalmente presenti anche in Italia. È un mercato per noi molto importante e strategico visto che ricopre un ruolo di assoluta protagonista nel settore e da sempre è molto attenta alla mobilità sostenibile”, dichiarano Ismael Labrador e Alejandro Pons, fondatori di Tuvalum. “Il nostro obiettivo è costruire anche qui un servizio che non si limiti a mettere in contatto acquirenti e venditori, ma che offra una gestione completa e sicura del proprio acquisto”.

Tuvalum, precisa una nota, inizia con un servizio di acquisto dedicato, ma entro la fine dell’anno conta di estendere il marketplace anche alla vendita, grazie alla strutturazione di diverse partnership con officine specializzate nel territorio”.

Nella foto Ismael Labrador e Alejandro Pons, fondatori Tuvalum