Giusto il tempo di stilare un bilancio sull’edizione appena conclusa che già fervono i preparativi dell’edizione numero 16 dell’Etna Marathon, in calendario il 18 settembre  2022, nuovamente targata Vittoria.

Un appuntamento ormai obbligatorio per gli appassionati di marathon e gran fondo, che può contare su un palcoscenico unico come il vulcano più alto d’Europa. In questi 15 anni Etna Marathon ha potuto contare su un percorso tecnico e selettivo, ma allo stesso tempo arricchito da passaggi mozzafiato che soltanto l’Etna sa regalare.

Tra le novità di quest’anno, l’inserimento della prova siciliana nel calendario nazionale Fci. Un ennesimo riconoscimento per l’ottimo lavoro svolto dalla Asd Mongibello team in tutti questi anni e che sicuramente rappresenterà un ulteriore motivo di richiamo per top rider e Team. Quest’anno ad aggiudicarsi la vittoria è stato il campione del mondo Marathon Leo Paez, tesserato con il Team Giant Polimedical, giunto davanti al compagno di squadra Diego Alfonso Arias Cuervo ed il siracusano Pierpaolo Ficara. Tra le donne ennesima conferma per Chiara Burato.

in foto Leonardo Paez e Diego Alfonso Arias Cuervo (ph: courtesy Etna Marathon mtb race)

In tutto 800 partenti tra marathon e gran fondo, risultato per nulla scontato se si pensa all’incertezza del periodo legato alla pandemia. “Come ogni anno, finita la manifestazione, ci rimettiamo subito al lavoro per programmare l’edizione successiva” – ci spiega Maurizio Scalia, presidente dell’Asd Mongibello mtb team. “L’obiettivo è quello di garantire standard qualitativi sempre all’altezza delle aspettative, ed i numeri delle presenze in tutti questi anni ci confermano che siamo sulla strada giusta. Naturalmente – continua Scalia – l’inserimento della Vittoria Etna Marathon 2022 nel calendario nazionale, sicuramente ci inorgoglisce, ma contestualmente ci carica di ulteriori responsabilità verso le quali vogliamo farci trovare pronti“.

in foto la locandina dell’edizione 2022 (ph: courtesy Etna Marathon mtb race)