Risuolare una scarpa è un processo che, oltre a soddisfare il cliente, può avere vantaggi anche per l’ambiente. A raccontarlo a Bikechannel.it è il calzolaio Sergio Alberini, cobbler certificato Vibram. Ad avviare la bottega fu nonno Cesare nel 1956 a Roma. Attraverso il lavoro di Italo, figlio di Cesare, la tradizione è giunta fino a Sergio. La passione per le biciclette qui è da sempre di casa. La bottega di via Arturo Pompeati Luchini 4, infatti, è sempre stata legata al mondo del ciclismo: negli anni ’80 e primi ’90 venivano prodotti scarpini in cuoio fatti a mano e su misura. Molti  professionisti andavano in negozio, non solo a farsi fare gli scarpini, ma anche a farsi posizionare correttamente le tacchette.

Come è nato il legame con la bicicletta?
A fine anni ’80 uscirono i primi pedali a sgancio rapido, i Look, e mio padre fu uno dei primi in quell’epoca ad adattare le suole in cuoio all’attacco per questi nuovi pedali, per dare rigidità alla suola inseriva una lamina di acciaio armonico tra gli strati di cuoio. Da bambino vedevo tutti questi ciclisti che venivano in bottega e da lì è nata la mia passione per la bicicletta e il ciclismo agonistico. Ho iniziato a correre in bici a 14 anni fino ai 24 anni. Oltre a lavorare in bottega da calzolaio con mio padre ho fatto il meccanico di bici in squadre agonistiche per circa 15 anni.

Che rapporto ha oggi con la bici?
La bici fa ancora parte di me: strada, mtb e gravel. Anche se non faccio più agonismo, pedalo quasi ogni giorno. Vado persino dal fornitore, Vibram, a comprare le suole pedalando in pausa pranzo. Dista circa 20 chilometri dal mio laboratorio e così evito il traffico.

Quali caratteristiche deve avere una buona calzatura per pedalare?
Deve essere comoda e performante, ma soprattutto deve adattarsi alle caratteristiche morfologiche del piede e all’uso che se ne andrà a fare. Molto importante la posizione della tacchetta che si aggancia al pedale. Con i pedali Spd (da mtb, ciclocross o gravel) gli scarpini devono avere la capacità di trasmettere la forza al pedale e al tempo stesso permettere al ciclista di camminare a piedi senza scivolare. Qui, grazie anche alle suole Vibram, cerchiamo di rendere gli scarpini molto più leggeri e performanti.

Come ha visto trasformarsi Roma?
Roma è una città impegnativa per girare in bici: oltre al traffico, ci sono salite ripide (i famosi sette colli). Per fortuna negli ultimi anni l’avvento delle e-bike ha agevolato molto i ciclisti in città, però ancora bisogna lavorare sulla cultura della bicicletta. Molto bella la ciclabile lungo il Tevere che permette di attraversare da Nord a Sud la città per poi arrivare fino al mare, apprezzo molto questa trasformazione negli ultimi anni.

Perché riparare e non cambiare calzatura?
Non sempre si riesce a riparare una calzatura, specialmente se di basso livello. Ma riparare una calzatura a regola d’arte e con materiali di qualità non è una semplice risuolatura, bensì la strada per una rinascita migliore. È un valore aggiunto al prodotto. Consiglio sempre ai miei clienti di risuolare le scarpe, quando possibile; molti capiscono e accettano, altri no. Acquistano prodotti a basso prezzo ma di qualità scadente e così c’è il rischio che durino poco, per poi dover essere buttate presto nella spazzatura. Con una riparazione ad hoc, invece, scarpe di qualità potrebbero tornare migliori di quando erano nuove. È una questione di mentalità oltre che di sostenibilità ambientale.

Come è nato il suo rapporto con Vibram?
Il mio rapporto con Vibram c’è da sempre. Già da bambino vedevo in bottega tacchi, suole e lastre di gomma. Poi negli ultimi tre anni ho seguito i corsi di incollaggio con il master di Stefano Peruzzo e mi sono ulteriormente appassionato alle risuolature. Sono diventato calzolaio Vibram Premium e ho un ottimo rapporto con tutto lo staff che mi ha permesso anche di fare uno stage con il Vibram Sole Factor in Val d’Isere. Avvincente, così come l’esperienza di girare il cortometraggio per la campagna ‘Repair If You Care‘ sulla mia attività.

in foto Sergio Alberini all’interno della sua bottega in uno degli scatti della campagna Repair If You Care di Vibram

Qual è il valore aggiunto di una suola di qualità? 
Suole come quelle prodotte da Vibram sono composte da materiali di prima qualità e all’avanguardia, un fatto che consente a chi le utilizza di raggiungere performance migliori, oltre che al prodotto di durare di più. Ogni minimo particolare qui è studiato e testato e proprio per questo motivo. Far risuolare una calzatura in questo modo è operazione che trasmette sicurezza tanto all’artigiano che opera l’intervento quanto al cliente che lo chiede.

in foto Sergio Alberini all’interno della sua bottega in uno degli scatti della campagna Repair If You Care di Vibram