E’ stata avviata la campagna di sensibilizzazione che vede protagonisti i monopattini di Dott, azienda leader nel settore della micromobilità in sharing, realizzata in collaborazione con Uici, Unione Italiana ciechi e ipovedenti ed Iren. La campagna, spiega una nota, è finalizzata ad aumentare l’informazione e l’educazione dei cittadini, su scala nazionale, per il corretto utilizzo dei monopattini, con attenzione a tutti gli utenti della strada ed in particolare ai pedoni, sia vedenti che non.

“Non vi è dubbio che i monopattini e le biciclette in sharing rappresentino una grossa innovazione per la mobilità urbana individuale, e il successo del servizio ne è una chiara dimostrazione”, ha spiegato Andrea Giaretta, regional manager Southern Europe di Dott. “Allo stesso tempo però, è necessario che i nostri mezzi non aumentino le difficoltà di chi ha già impedimenti visivi o motori. Ogni giorno lavoriamo per offrire un servizio che sia il più sicuro possibile, non solo per i nostri utenti ma anche per chi ne viene indirettamente a contatto. Questa campagna è dunque un ulteriore strumento che ci permette di offrire una mobilità inclusiva ed accessibile”.

“Desideriamo ringraziare Dott per l’attenzione dimostrata e per aver voluto coinvolgere la nostra associazione nella campagna di comunicazione rivolta agli utenti dei monopattini,” ha sottolineato Giovanni Laiolo di Uici. “Siamo convinti che un serio lavoro di sensibilizzazione sia lo strumento migliore per perseguire una mobilità veramente sostenibile, in grado, cioè, di contemperare cura dell’ambiente, comodità per i cittadini, ma anche attenzione per le persone più vulnerabili. Un uso responsabile dei monopattini (e, in particolare, il rispetto delle corrette modalità di parcheggio) può davvero fare la differenza, incidendo sulle possibilità di spostamento, e quindi, in definitiva, sulla vita quotidiana delle persone con disabilità visiva”.

“Siamo lieti di integrare la collaborazione già in essere con Dott con questo progetto di valore”, ha dichiarato Gianluca Bufo, amministratore delegato di Iren mercato. “Una partnership coerente con il nostro posizionamento e con gli obiettivi strategici del Gruppo Iren in tema di transizione ecologica, elettrificazione dei consumi, ma anche di sostegno alle progettualità nei territori in cui operiamo. La campagna #SicuroSuDott rappresenta in questo senso un’iniziativa virtuosa, capace di incentivare una mobilità rispettosa dell’ambiente e, allo stesso tempo, della sicurezza di tutti”.

La campagna #SicuroSuDott
La campagna verrà realizzata prevalentemente sui canali social di Dott, Uici ed Iren: si tratterà di storie su Instagram con foto e video che rappresentano gli errori più comuni degli utenti e come, invece, bisognerebbe comportarsi. La scelta di questi metodi e canali molto giovanili ha l’obiettivo di diffondere messaggi corretti nel modo più efficace possibile, responsabilizzando e coinvolgendo tutta la community digitale direttamente con attività di gaming quali quiz, sondaggi e domande.

I contenuti della campagna sono stati realizzati su spunto di Uici, che ha posto l’attenzione sulle problematiche che impattano maggiormente la mobilità dei pedoni, come ad esempio parcheggiare il monopattino in modo scorretto intralciando il cammino di persone ipo o non vedenti, ma anche di anziani, disabili e bimbi in passeggino.

Per rendere ancora più chiare le regole di utilizzo agli utenti, non appena terminerà la situazione di emergenza pandemica, verranno inoltre organizzati momenti di formazione in presenza sul territorio.

L’impegno costante di Dott in materia sicurezza
La sicurezza è un fattore di prioritaria importanza per l’azienda e la campagna avviata con Uici e Iren è una delle tante iniziative messe in campo da Dott per sensibilizzare l’uso corretto e consapevole dei mezzi, soprattutto per chi è alle prime esperienze a bordo di un monopattino.

Prima che un utente si metta alla guida, infatti, l’app Dott gli ricorda di usare le piste ciclabili, di non salire sui marciapiedi e di parcheggiare esclusivamente nelle zone selezionate, avendo così ben chiare tutte le regole generali e locali che deve rispettare. Il software, inoltre, garantisce che il monopattino perda potenza e si fermi quando il cliente entra in una zona vietata e che la velocità sia sempre controllata e limitata, anche nelle zone pedonali come richiesto dalla normativa: la tecnologia è infatti in grado di rilevare e controllare automaticamente la velocità del mezzo, grazie ad un avanzato sistema GPS e meccanismi di intelligenza artificiale testati nelle principali capitali europee. Allo stesso modo, inibisce il parcheggio al di fuori delle aree designate indicate nell’app.

Infine, l’operatore leader della micromobilità ha investito molto sul proprio hardware, mettendo a disposizione veicoli pensati proprio per la sicurezza. L’ultimo modello di monopattini Dott dispone di luci di direzione, freno anteriore, posteriore e terzo freno elettronico, ammortizzatore anteriore e ruote maggiorate, da ben 11,5 e 10 pollici, che garantiscono maggiore tenuta di strada e stabilità alla guida. Peraltro, il personale dipendente di Dott effettua sanificazione e manutenzione costante sui mezzi, avvalendosi anche di innovativi sistemi tecnologici e autodiagnostici.