Si rafforza la partnership Strava-Tour de France: ufficializzato un accordo pluriennale. Aso e Strava, la più grande community sportiva del mondo con oltre 99 milioni di utenti, hanno deciso di portare ad un livello superiore la propria collaborazione.

Dopo anni in cui il gruppo francese si è avvalso della piattaforma fondata a San Francisco nel 2009 per l’elaborazione dei percorsi della celebre Grande Boucle, negli ultimi giorni le due parti hanno reso noto di aver siglato un accordo triennale per le prossime edizioni del Tour de France e del Tour de France Femmes avec Zwift, eventi che Strava cercherà di rendere ancora più seguiti e coinvolgenti sviluppando una serie di esperienze.

In particolare, la compagnia statunitense si occuperà di creare un hub di contenuti originali dove, sfruttando le foto e i caricamenti quotidiani dei vari atleti, verranno raccontate le storie dei corridori e i tifosi avranno modo di apprendere e comparare i dati dei protagonisti, maschili e femminili, delle due manifestazioni.

“Il Tour è l’evento sportivo annuale più seguito al mondo e tre quarti del gruppo ha condiviso le sue corse su Strava l’anno scorso. Questa partnership e gli eventi futuri su Strava consentiranno a più corridori, incluse le donne, di interagire con i ciclisti di tutto il mondo in modi nuovi e ispirare chi pedala indipendentemente dal sesso, dall’età o da dove vivono”, ha dichiarato Michael Horvath, ceo e co-fondatore di una piattaforma dove, nel 2021, sono stati caricati gli allenamenti del 72% dei ciclisti impegnati alla Grande Boucle e il 62% delle vittorie di tappa.

“Strava aiuterà gli appassionati di ciclismo a scoprire nuovi percorsi per le sfide future ispirati dai più grandi corridori del mondo. Condividiamo con Strava la passione per il ciclismo e lavoriamo insieme per il suo sviluppo sia per gli uomini che per le donne”, ha ribadito Yann le Moënner, ceo di Amaury Sport Organisation, società che Strava supporterà anche in occasione de L’Étape du Tour de France, l’evento che il 10 luglio consentirà a 16mila amatori di misurarsi col tracciato di una tappa della corsa dei professionisti.

(Foto: Shutterstock)