In Alta Badia le due ruote hanno ormai raggiunto, per importanza, passeggiate e gite in montagna. E se per questa terra nel cuore delle Dolomiti il pedalare è divenuto un nuovo stimolo per accrescere il rapporto dei turisti con la natura, in alcuni casi, è anche un’ipotesi in più per chi vuole spostarsi evitando l’automobile.

La posizione strategica della vallata consente, inoltre, di organizzare bike tour di svariati generi e difficoltà: itinerari che hanno segnato la storia del ciclismo quali i passi Pordoi, Sella, Gardena, Fedaia, Valparola, Falzarego, Giau e le Tre Cime di Lavaredo. Per tutto il mese di luglio l’Alta Badia propone Bike Guided Tours. Si tratta di itinerari guidati differenti con cinque appuntamenti settimanali. Tra i più richiesti il classico percorso Sellaronda, il Passo Fedaia e il Passo Giau. Escursioni guidate dal costo di 35 euro che sono prenotabili presso gli uffici turistici.

Negli ultimi anni, poi, la gravel ha conquistato migliaia di ciclisti felici di poter abbandonare l’asfalto per cimentarsi in percorsi sterrati senza perdere il gusto di pedalare su una bici da corsa. Su questo versante, le strade bianche dell’Alta Badia possono portare alla scoperta dei masi ladini e dell’architettura locale attraverso itinerari accessibili anche ai ciclisti meno allenati. A questi si affianca un tour di media difficoltà che parte dal paesino di La Val che, districandosi su strade asfaltate e sterrate, conduce ai piedi dei due Parchi Naturali Fanes-Senes-Braies e Puez-Odle. Chiude la carrellata di percorsi, l’itinerario di media difficoltà, che da Badia porta ai prati di Armentara, passando sotto l’iconico massiccio Santa Croce.

Grazie all’e-bike è possibile, infine, pedalare in tutta comodità e raggiungere i punti più panoramici della zona e i tre parchi naturali a 2mila metri. Le stazioni dove ritirare o consegnare le bici sono ubicate presso le stazioni a monte degli impianti di risalita Col Alto, Piz La Ila e Piz Sorega. È possibile noleggiare e-bike di ultima generazione anche presso i negozi sportivi e noleggi della zona. Sussiste la possibilità di portare le bici elettriche anche sugli impianti di risalita: un mezzo divertente per spostarsi da un punto all’altro senza l’utilizzo della macchina.

Foto: L’Alta Badia in bici da corsa (Alex Moling)