Il consigliere delegato di Italmobiliare Carlo Pesenti ha presentato all’Eicma la visione di Sidi Sport con il nuovo ceo Davide Rossetti e l’ex ct della Nazionale Davide Cassani. Dopo l’acquisizione Italmobiliare mira a valorizzare il brand a livello globale, preservando la tradizione artigianale e la qualità che da sempre ha caratterizzano i prodotti Sidi.

“La missione che si è data Italmobiliare è quella di portare l’Italia nel mondo” ha sottolineato Carlo Pesenti, “per questo investiamo nei migliori marchi del made in Italy con l’obiettivo di valorizzarli a livello globale, attraverso una crescita sostenibile e improntata alla creazione di valore nel tempo. Da appassionato e da investitore, quando si è prospettata l’opportunità di questa acquisizione – per la quale ringrazio la famiglia Signori – mi sono emozionato. Noi siamo investitori, ma investiamo sempre con una visione un po’ speciale, perché siamo prima di tutto imprenditori. È con questo spirito che ci siamo approcciati a Sidi e che siamo qui oggi a presentare la nostra visione. Il primo passo è stato senza dubbio cercare di costruire una squadra e oggi è l’occasione giusta per presentare Davide Rossetti, quale nuovo ce, e Davide Cassani che entrerà ufficialmente nel nostro organico come componente del consiglio di amministrazione”.

“Da anni lavoro sul territorio di Montebelluna e per me assumere la guida di Sidi è uno straordinario privilegio” ha commentato il nuovo ceo. Secondo Rossetti “Sidi è un marchio di assoluto valore, uno dei pochi a realizzare ancora internamente i propri prodotti”, motivo per cui “l’obiettivo per il futuro è rafforzare ulteriormente ricerca e sviluppo, continuando a lavorare quotidianamente con atleti e piloti, sia del motociclismo che del ciclismo, che sono uno dei nostri asset principali. Aziende come Sidi vivono per e con il prodotto, e sicuramente continueremo in questa direzione per ampliare la gamma, portare nuovi prodotti sul mercato, e conferire una dimensione sempre più internazionale al brand, preservando l’enorme valore dell’italianità, che è anche nel nome stesso di Ital-mobiliare”.

“Nel mondo delle due ruote servono competenza, investimenti e passione ed è bello ritrovare tutto ciò nei vertici di Italmobiliare”, ha proseguito Cassani, che si è detto “assolutamente entusiasta di far parte di questa nuova sfida per Sidi. Conosco questa azienda da sempre, ricordo quando Sidi fece la prima tacchetta, togliendo i chiodi e offrendo qualcosa di modulabile, con Moser come primo utilizzatore. Carapaz ha vinto le Olimpiadi con Sidi ai piedi, e Colbrelli sia un Europeo che la Parigi-Roubaix. Personalmente nel 1985 ero al Tour de France e usavo delle altre scarpe, non mi trovavo bene e nel giorno di riposo sono andato a comprarmi un paio di Sidi. Quindi il mio ruolo è esattamente questo: assicurare e cercare di accrescere quell’unione di competenza, professionalità e passione che sono gli elementi caratterizzanti di Itamobiliare, di Sidi e del mio percorso”.

Presente anche Michele Pirro, pilota Ducati e da sempre con scarpe Sidi ai piedi: “Faccio i complimenti alla nuova proprietà perché da appassionato di bici e moto ho questo marchio nel cuore. Da tantissimi anni utilizzo prodotti Sidi e ricordo quante volte gli stivali mi hanno protetto nel corso della mia carriera. Ora ho appena celebrato il ritorno alla vittoria dell’Italia, testimonianza di quanto valore vi sia nel nostro Paese”.

lascia un commento