Lo Squalo cambia veste. “Dopo 18 stagioni di corse ai massimi livelli, sono entusiasta di continuare a lavorare nel mondo del ciclismo professionistico in questo nuovo ruolo” afferma lo stesso Vincenzo Nibali che, dopo aver appeso la bici al chiodo, per la prossima stagione si dedicherà all’attività di consulente tecnico del nuovo Q36.5 Pro Cycling Team oltre che ambassador del brand di abbigliamento tecnico che farà da sponsor alla nuova squadra.

“Come consulente tecnico della squadra, avrò l’opportunità di trasmettere alle nuove generazioni le conoscenze acquisite in tutti questi anni di professionismo” è il pensiero del vincitore del Tour de France del 2014 “La collaborazione con Q36.5 mi vedrà lavorare attivamente con il team di Ricerca e Sviluppo per realizzare prodotti sempre più avanzati”.

“Grazie al coinvolgimento di Nibali, potremo avvalerci del suo incredibile bagaglio di conoscenze e
lunga esperienza e vederlo impegnato attivamente nei test di prodotto e nello sviluppo del nuovo
Q36.5 Pro Team Race Wear”
dichiara Luigi Bergamo, ceo e responsabile ricerca e sviluppo di Q36.5, che spiega inoltre come il team sarà un banco di prova per testare nuovi materiali e garantire prestazioni di livello assoluto per gli atleti oltre che il trampolino di lancio per talenti.

Ecco l’elenco dei corridori della Q36.5 Pro Cycling Team per il 2023. Gli atleti saranno guidati dal Performance Manager Alex Sans Vega, con l’aiuto dei direttori sportivi
Aart Vierhouten e Gabriele Missaglia. Doug Ryder sarà invece il Direttore Generale del team.

Matteo Moschetti (ITA)
Negasi Haylu Abreha (ETH)
Matteo Badilatti (SUI)
Jack Bauer (NZL)
Gianluca Brambilla (ITA)
Walter Calzoni (ITA)
Marcel Camprubi Pijuan (ESP)
Fabio Christen (SUI)
Filippo Colombo (SUI)
Filippo Conca (ITA)
Corey Davis (USA)
Tom Devriendt (BEL)
Mark Donovan (GBR)
Alessandro Fedeli (ITA)
Carl Fredrik Hagen (NOR)
Damien Howson (AUS)
Tobias Ludvigsson (SWE)
Cyrus Monk (AUS)
Nicolò Parisini (ITA)
Antonio Puppio (ITA)
Joseph Rosskopf (USA)
Szymon Sajnok (POL)
Nickolas Zukowsky (CAN)

lascia un commento