È stata presentata mercoledì, presso la sala stampa della Camera dei Deputati, una partnership tra Rcs Sport e l’Associazione nazionale dei comuni italiani. L’accordo è volto a costruire un legame fra Comuni e territorio, attraverso il volano rappresentato dallo sport e dai suoi valori, in particolare il ciclismo e il Giro d’Italia.

Grazie al supporto istituzionale di Anci ai Comuni attraversati dal Giro, l’intento, spiega un comunicato, è creare un ‘dialogo nuovo’ su temi condivisi come la sostenibilità ambientale e i giovani, contribuendo a generare occasioni di valorizzazione delle risorse e delle eccellenze del territorio italiano.

Non solo attraverso la Corsa Rosa. Attraverso la piattaforma multimediale del Giro d’Italia, del Giro Next Gen e del Giro-E, nonché dei loro progetti collaterali quali Ride Green, BiciScuola e Giro Express, verrà infatti sviluppato uno storytelling per la diffusione della cultura sportiva presso le giovani generazioni, che faccia da innesco per la valorizzazione sostenibile dei territori.

I progetti illustrati da Rcs Sport durante la conferenza sono noti: oltre al Giro, che nel 2024 si svolgerà dal 4 al 26 maggio, il Giro-E (vip e-bike experience che si svolge negli stessi giorni e sulle stesse strade della Corsa Rosa), Giro Next Gen (la corsa a tappe riservata agli under 23, categoria che lancia i giovani campioni nell’olimpo dei grandi), il progetto di sostenibilità Ride Green e quello di edutainment sulla mobilità sostenibile e rivolto alla scuola primaria denominato BiciScuola.

Il vincitore del Giro d’Italia 2023, Primoz Roglic (Photo Credits: LaPresse, Courtesy Rcs Sport)

lascia un commento