Arte, poesia, attualità, storia, cinematografia ma anche sport e bicicletta fra i tanti ambiti toccati, collateralmente e non, dal ricco calendario di eventi che, l’anno prossimo, animerà la vita delle tre capitali europee della cultura 2024: Bad Ischl (Austria), Tartu (Estonia) e Bodo (Norvegia). Tutte e tre le cittadine designate hanno deciso di arricchire il proprio bouquet di iniziative ludico-culturali con appuntamenti a sfondo ciclistico che, nel periodo tardo-primaverile e poi soprattutto in quello estivo, andranno a coinvolgere e stimolare tanto la popolazione locale quanto gli eventuali visitatori stranieri presenti sul posto.

A Bad Ischl, per esempio, il 26 aprile ci sarà modo di conoscere meglio il ruolo della bicicletta nella Resistenza austriaca e i percorsi più battuti dai partigiani nello Salzkammergut, la regione nelle Alpi salisburghesi di cui la rinomata cittadina termale è il principale centro abitato.

A Tartu, invece, la bicicletta entrerà in scena soprattutto negli ultimi due weekend di maggio quando, tra escursioni cicloturistiche, le tappe del Ladies Tour of Estonia (25 maggio), le frazioni del Tour of Estonia e le varie prove per grandi e piccini del Tartu Rattaralli Festival (la gara amatoriale sulla distanza di 128 km sarà valida anche per il circuito Uci Gran Fondo World Series), il territorio comunale e i suoi dintorni saranno ripetutamente invasi dalle due ruote. La stessa cosa, ma nei boschi e lontano dalle principali arterie in asfalto, avverrà a metà settembre (14-15) con la Tartu Mtb Marathon che, proponendo tre percorsi di differente lunghezza, permetterà agli amanti delle ruote grasse di pedalare sulla traccia della famosa Tartu Ski Marathon invernale.

Sulla bicicletta come veicolo di promozione del territorio punterà infine anche il comune norvegese di Bodo il quale, la prossima estate, potrà trarre beneficio dallo svolgimento, in città e nelle zone limitrofe, di una corsa professionistica di rilievo internazionale come l’Arctic Race of Noway. In programma dall’8 all’11 agosto, la corsa a tappe norvegese partirà e si concluderà tra le vie della prima capitale europea della cultura, sopra il Circolo Polare Artico. Dando così modo a tutti, sia a chi la seguirà in tv da casa sia a chi avrà la fortuna di assistervi in loco, di ammirare le bellezze e lo splendore delle lande circostanti.

Bodo, Norvegia (Curtesy Pixabay)

lascia un commento