Dopo aver attraversato il Brasile nel 2023, quest’anno Paola Gianotti torna a pedalare in Europa con Cycling No Borders. E la nuova impresa dell’ultracyclist all’insegna della sostenibilità ha come focus la mobilità green.

Il viaggio – partito il 30 gennaio da Helsinki (Finlandia) e seguito da Caterpillar su Rai Radio2 – si conclude a Parigi (Francia), il 16 febbraio, per un totale di oltre 2.700 km in 18 tappe.

Così come nelle imprese precedenti, Paola approfitterà di questo viaggio per scambiare opinioni con personalità e associazioni che si prendono cura del pianeta.

Nei suoi collegamenti radiofonici, infatti, l’atleta piemontese si collega per raccontare le esperienze legate alla nuova impresa e il 13 febbraio, insieme agli speaker Sara Zambotti e Massimo Cirri, sarà live dalla sede belga del Parlamento europeo.

Dopo l’arrivo a Parigi il 16 febbraio, infine, Paola parteciperà alla giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili M’illumino di meno, organizzata sempre da Rai Radio 2 Caterpillar.

Una curiosità. L’atleta 4 volte Guinness World Record sarà dotata di un dispositivo creato ad hoc per lei da un team di ingegneri (ex Olivetti) dell’azienda Aethia, che misurerà la qualità dell’aria lungo tutto il tracciato. Un esempio di “citizen science”, come spiega una nota, ovvero di attività scientifiche condotte da normali cittadini in collaborazione con scienziati, che permetterà di misurare concretamente l’inquinamento e verificare, quindi, gli effetti delle politiche attive in termini di ciclabilità sulla riduzione delle emissioni.

I dati raccolti, pur avendo sufficiente affidabilità, avranno solo finalità didattiche, non si sostituiscono a quelli certificati dalle autorità competenti.

lascia un commento