Si chiama Imola Charity Bike|In loop per Ffc Ricerca la prima edizione dell’iniziativa nata da un’idea della delegazione di Imola e Romagna di Ffc Ricerca.

Un format la cui prima edizione si sarebbe dovuta tenere nel 2023 ma che poi è stata annullata a causa dell’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito la Romagna. Ora finalmente riproposto, nel medesimo circuito, con l’intento di aumentare la conoscenza sulla fibrosi cistica, la malattia genetica grave più diffusa in Europa senza ancora una cura risolutiva, e raccogliere fondi per la ricerca.

Sulla scia del Bike Tour – l’appuntamento charity sportivo nato nel 2012 da un’idea del presidente della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica, Matteo Marzotto – si vedranno gareggiare campioni e appassionati delle due ruote in una location d’eccezione, l’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola, unico circuito di Formula 1 dove si corre in senso antiorario, famoso nel mondo per le curve adrenaliniche che lo hanno fatto entrare nella storia.

L’evento – spiega una nota – gode del Patrocinio della Città di Imola e del Nuovo Circondario Imolese, in collaborazione con l’Autodromo Turismo e Servizi al cittadino, l’Asd Imola Bike, la Ciclistica Santerno Fabbi Imola e Appennino Bike.

Nel cuore dello sport per trovare una cura
“Sono felice di ritornare a Imola e riprendere il progetto che, per i drammatici accadimenti climatici dello scorso anno, abbiamo sospeso”, commenta Matteo Marzotto. “E sono felice che la bici, che tanto amo, stia diventando lo sport distintivo di Ffc Ricerca. Eventi cicloamatoriali come questo, che seminano la passione per lo sport anche tra i più piccoli, per una sana attività fisica da condividere in famiglia, con gli amici, in sicurezza, non possono che vedermi in sella. Essere poi in una location che rappresenta la storia dello sport”, prosegue il presidente di Ffc Ricerca, “ci carica ancora di più per sostenere la ricerca, trovare la cura per tutte quelle persone con fibrosi cistica ancora orfane di terapia”.

“Dopo l’annullamento forzato dello scorso anno, è con grande piacere che torniamo a ospitare in Autodromo questo importante evento che servirà a raccogliere a fondi a favore della ricerca sulla fibrosi cistica”, queste le parole del presidente di Formula Imola, Gian Carlo Minardi. “Eventi solidaristici come questo, che puntano i riflettori su un tema così importante, non possono non trovare la nostra piena disponibilità, mettendo a disposizione una struttura che ritengo ideale per questo tipo di manifestazione. Invito tutti a partecipare, dalle famiglie, alle scuole, alle società sportive, per dare un segnale tangibile di solidarietà, socialità e inclusività”.

Il format: squadre da 6 e scuole coinvolte
Con circa 5 km e 120 m di dislivello per giro, Imola Charity Bike – In loop per Ffc Ricerca prevede una gara a squadre (max 6 partecipanti) o per singoli partecipanti della durata di 6 ore – partenza alle ore 10 e suono della campana al passaggio dopo le ore 16 – suddivisa in diverse categorie e aperta a tutti gli enti riconosciuti dal Coni.
Un appuntamento dal taglio solidale, amatoriale ed educativo, che si rivolge a tutti coloro che hanno passione per la bici, dalle associazioni sportive alle famiglie, alle scuole del territorio. Alla gara sportiva, infatti, è affiancata anche un’attività formativa che coinvolgerà le scuole primarie e secondarie (fino ai 15 anni) di Imola e circondario, a cui verrà proposta un’attività propedeutica non solo al ciclismo come attività sportiva, ma anche didattica, in ottica di sicurezza, per permettere di avvicinarsi alla bicicletta come modalità di trasporto sostenibile.

Marco Panieri, sindaco di Imola: “Come Città e come Amministrazione siamo orgogliosi di ospitare questa iniziativa a sostegno della ricerca sulla fibrosi cistica e della sensibilizzazione della cittadinanza. Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica, visto anche il rapporto con la sua delegata Patrizia Baroncini, a Imola è a casa e trova nell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari uno spazio aperto e inclusivo che dona con convinzione la sua visibilità e fama internazionale a progetti come Imola Charity Bike | In loop per FFC Ricerca. Ringrazio il Comitato Locale per le attività che svolge nel territorio del circondario imolese, un presidio prezioso con il quale collaboriamo sempre con grande piacere. L’invito alla cittadinanza è ovviamente quello di partecipare e di dare valore alla ricerca scientifica tesa a trovare una risposta di cura alla malattia genetica grave più diffusa in Europa ancora troppo poco conosciuta”.

Come iscriversi e altre informazioni di servizio
Possono partecipare i tesserati di tutti gli Enti sportivi riconosciuti dal Coni. Per iscriversi, entro il 23 maggio, è necessario inviare una copia della tessera di ciascun componente e la ricevuta di pagamento, tramite bonifico bancario intestato a Imola-Bike ASD (iban IT12M0846221004000005006099), all’indirizzo: imolabike@gmail.com
La quota di iscrizione è di euro 25 per i singoli, euro 150 a squadra, gratuita per gli under 15.
I non tesserati che desiderassero partecipare dovranno presentare un certificato medico valido per l’attività agonistica e la quota aggiuntiva di €10 per la copertura assicurativa.
Obbligatorio l’uso del casco rigido, la manifestazione è assicurata Rct. Per quanto non contemplato vige il regolamento nazionale ciclismo Uisp.

lascia un commento