Prima di congedarci da questo 2013 che, almeno per la bicicletta, è stato un anno molto positivo, vi vogliamo regalare alcune piccole curiosità legate al nostro amato mezzo a due ruote.
 
1) Nel 2014 verrà realizzata la pista ciclopedonale più lunga d’Italia. Si chiama Bike to Coast e verrà realizzata in Abruzzo, tra Martinsicuro e San
Salvo. 131km (la Ciclovia destra del Po, attualmente la più lunga, ne misura 125), con 19 comuni abruzzesi coinvolti e un investimento da oltre 30 milioni di euro, in parte finanziato dall’Unione Europea. Per fare tutto questo saranno sfruttati, fra l’altro, i 56km di tracciati ciclabili già esistenti sulla costa.
[1;100]  
2) Il 2014 dovrebbe essere anche l’anno dell’inserimento di nuove regole a tutela della sicurezza dei ciclisti. Ne ricordiamo alcune che cambierebbero notevolmente la vita:
– Onere della prova di incidente al soggetto meno vulnerabile. Si tratta di un provvedimento introdotto questa estate anche in Gran Bretagna. In caso di incidente tra un’automobile e una bicicletta, in pratica, spetterà al conducente dell’auto dimostrare la propria “non colpevolezza”.
– Case avanzate. Si tratta di un intervento in sede stradale molto diffuso nei Paesi nordeuropei ma ultimamente anche in Gran Bretagna (sperimentate lo scorso anno anche in 4 incroci del Comune di Latina). In pratica per casa avanzata si intende un’area prossima ad un semaforo in cui possono sostare solo i ciclisti, avanzata di qualche metro rispetto alla coda delle auto, che al verde consentirebbe alle biciclette di ripartire con maggiore rapidità ed evitare collisioni con le automobili. Il vantaggio è anche quello di poter aspettare il semaforo senza respirare dai gas di scarico delle auto.
– Sensi unici eccetto bici. Un’importante agevolazione alla mobilità ciclistica adottata, tra le altre, in Olanda (ma anche in qualche Comune italiano), è l’istituzione dei cosiddetti “sensi unici eccetto bici”, ovvero la possibilità per i ciclisti di transitare in controsenso, sempre e senza vincoli di larghezza minima della strada stessa.
– Parcheggi bici nei condomini. Il Governo dovrebbe favorire tale intervento togliendo al condominio la potestà di vietarlo.
– Limite di velocità a 30 km/h nei centri urbani. Forse la misura più importante di tutte per la promozione della mobilità ciclistica.
 
3) Se avete voglia di organizzare un week end in bici, o una vacanza più lunga, Bike Channel consiglia di visitare il sito Albergabici 2.0, portale  gestito dalla Fiab e appena rinnovato per scegliere tra duemila alberghi, hotel, pensioni, bed & breakfast, campeggi, ostelli, agriturismo, rifugi,
residence o alberghi diffusi preparati a dare il miglior servizio possibile a chi usa la bicicletta in vacanza.
 
4) In attesa della nuova regolamentazione, per aumentare la nostra sicurezza quando andiamo in bici cerchiamo, quando e dove possibile, di seguire questi consigli: pedalare in carreggiata (e in gruppo se possibile); avere sempre un contatto visivo con quello che possono combinare gli automobilisti; studiare prima il tragitto da percorrere; usare le braccia come frecce o, comunque, per farsi vedere; usare casco, luci e giubbino catarifrangente; avere pazienza e cordialità.
Luca Gregorio

[2;100]  

23/12/2013

PARTECIPA ALLA NUOVA CHALLENGE DI BIKE

Dal 3 maggio inviaci le foto più belle e significative che ti ritraggano con la tua amata bicicletta.
In regalo riceverai un codice sconto del 15% da utilizzare sul sito ww.ethen.eu

Partecipa