Dal 29 al 31 agosto nell’entroterra di Cesena una tre giorni all’insegna della bici, del divertimento e della buona cucina.
 
“Malatesta per Buone Gambe” è un progetto che vuole fondere l’amore per la bici con quello per il territorio. Per fare questo l’organizzazione propone una tre giorni per vivere ed approfondire insieme l’esperienza del cicloturismo, l’esperienza di una sana attività atletica che vuole promuovere il territorio romagnolo a tutto tondo.
 
Si tratterà di un vero e proprio Gentlemen’s bike tour. Pedalare qui non significherà infatti solo arrivare primi, vincere una gara o battere gli altri partecipanti. Significherò muoversi tra paesaggi, naturali e non solo, non necessariamente “di corsa”, alla scoperta di ciò che ci circonda e che raramente notiamo o guardiamo davvero nel quotidiano.
 
Il risultato finale sarà un viaggio di tre giorni e due notti nell’entroterra delle province di Forlì-Cesena, Rimini e Pesaro-Urbino, alternando ore di pedalata a ore di svago, accompagnati da un panorama di eventi dedicati che promuovono il territorio, il ciclismo e la loro intima unione. Un viaggio teso a promuovere una forma di turismo consapevole e sostenibile, mirato alla valorizzazione di aree di grande valore, ma nascoste alla maggior parte dei visitatori. Un viaggio che porterà i partecipanti ad ammirare ed assaporare la Romagna e le sue eccellenze, attraverso strade poco battute, rocche e borghi dimenticati e paesaggi da scoprire.
[1;50]
“Malatesta per buone gambe” è l’occasione anche per vivere l’esperienza di pedalare attraverso le terre romagnole, guidati dal filo conduttore dei Malatesta e delle loro rocche e castelli, tra natura, cultura e salite che hanno fatto la storia del ciclismo. La fatica sui pedali, il vero amore del ciclista, diventa il mezzo per raggiungere le mete più nascoste del territorio
 
La partenza è prevista per venerdì da Cesena, dove si ritornerò poi domenica. Il percorso giornaliero prevede distanze intorno agli 80-100km, con dislivelli di circa 1.200-1.500m, a seconda delle difficoltà della tappa: nei tre giorni si copriranno un totale di circa 240-300km.
 
Luca Gregorio