Grandi successi per gli azzurri ai Mondiali di Apeldoorn. Anche nelle ultime giornate gli atleti italiani hanno dato ottima prova di sé e l’Italia è salita in tutto sei volte sul podio del mondiale élite.

L’impresa più grande è quella di Filippo Ganna, che conquista un oro con il tempo 4’13″607 (nuovo record italiano) per la seconda volta dopo il titolo mondiale di Londra nel 2016.
Le giovani azzurre Maria Giulia Confalonieri e Letizia Paternoster hanno conquistato un bronzo nel madison, specialità inserita di recente nel programma mondiale.
La sesta medaglia viene da Simone Consonni nell’omnium, specialità che Elia Viviani ha glorificato con la vittoria di Rio, inaugurando questo nuovo corso delle specialità su pista capace di regalare grandi soddisfazioni.

Il medagliere finale vede l’Italia al secondo posto per quanto riguarda il ranking (che tiene conto del numero complessivo di medaglie vinte), al pari di Australia, Germania e Gran Bretagna, alle spalle dell’Olanda, padrona di casa. Al sesto posto invece nella classifica per medaglie d’oro vinte, alle spalle anche degli Stati Uniti.
La strada per Tokyo è ancora lunga, ma i risultati indicano che si sta procedendo nella giusta direzione.

PARTECIPA ALLA NUOVA CHALLENGE DI BIKE

Dal 3 maggio inviaci le foto più belle e significative che ti ritraggano con la tua amata bicicletta.
In regalo riceverai un codice sconto del 15% da utilizzare sul sito ww.ethen.eu

Partecipa