Articolo pubblicato su BIKE Volume 3, gennaio-marzo 2021

Quante persone in più andrebbero a lavorare in bicicletta se sapessero di guadagnare 25 centesimi al chilometro? Difficile dirlo, ma sicuramente qualche macchina rimarrebbe parcheggiata nei garage. Devono averla pensata così anche quelli del Comune di Gussago, in provincia di Brescia, quando hanno deciso di varare il progetto di mobilità sostenibile ‘Io viaggio in bici’. I cittadini con almeno 16 anni di età, scaricando l’app WeCity disponibile per device iOS e Android, entro il 16 settembre potevano aderire all’iniziativa fino a esaurimento fondi. Il funzionamento è semplice: l’applicazione misura il tragitto percorso e l’utente deve pedalare per totalizzare almeno 15 euro in tre mesi fino a un massimo di 50. Se non si arriva al tetto minimo, si viene esclusi dal progetto.

L’iniziativa varata dal Comune di Gussago non è isolata. Sono già numerosi i progetti analoghi, anche in realtà più grandi del comune bresciano. Per esempio, WeCity è utilizzata a Modena per Bike to Work e a Grosseto per Vivi in bici. E ancora a Cesena, Cesenatico, Forlì, Carpi. Con l’azienda di trasporti Seta, invece, WeCity ha stretto un accordo per altri tipi di ricompense: nelle province di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, infatti, chi scarica la app e accumula crediti Co2 può ottenere lo sconto del 50% sull’abbonamento mensile all’autobus. E gli abbonati annuali di Seta possono ottenere un buono da 250 euro per l’acquisto di una delle migliori bici pieghevoli o un modello scontato al 100%.

WeCity è un’invenzione di una pmi innovativa modenese che intende incentivare ogni tipo di mobilità sostenibile in alternativa all’auto privata. La storia è iniziata otto anni fa, da un nuovo filone di business di Mimesis, che si occupava (e si occupa ancora) di efficienza energetica. L’app ha la capacità di capire quale mezzo viene utilizzato per lo spostamento. E non si riesce a ingannarla nemmeno se si percorre un pezzo del tragitto a piedi, un altro in auto e un ultimo in bicicletta. La startup è in grado di gestire i bonifici agli utenti e guadagna trattenendo una percentuale dell’operazione e attraverso la tariffa per l’utilizzo della sua piattaforma da parte di pubbliche amministrazioni e aziende private. Tra i vari progetti, WeCity conta una collaborazione con la catena di supermercati Conad, dove l’utente viene premiato con un buono sconto da 5 euro ogni 20 km in bicicletta da casa al punto vendita.