La mascherina per i biker con lo scudo anti-smog presentata in prossimità della Giornata mondiale della bicicletta, che si celebra il 3 giugno. A produrla è Narvalo, uno spin-off del Politecnico di Milano, che per l’occasione ha realizzato anche uno studio su come sono cambiate le abitudini degli italiani negli spostamenti urbani.

Dalla ricerca Narvalo emerge che 26,6 milioni di persone affermano di aver cercato un nuovo mezzo di trasporto, meno inquinante dell’automobile. Un trend confermato dal numero di biciclette vendute nel 2020: oltre 2 milioni, +17% rispetto all’anno precedente. Insieme all’aumento delle bici si è in effetti affiancato un potenziamento delle reti ciclabili e della mobilità attiva, con casi virtuosi come Milano (+ 67 km), Venezia (+18 km), Bologna (+ 16 km), Genova (+25 km), Roma (+ 33 km). Tuttavia, constata Narvalo, persiste nelle città l’emergenza smog in Italia: secondo Legambiente, su 96 capoluoghi di provincia analizzati nel 2020, 35 città sono andate oltre i limiti stabiliti dalla legge per la concentrazione giornaliera di polveri sottili.

Puntando sull’obiettivo di offrire strumenti utili a proteggere le vie respiratorie, specialmente quelle del ciclista urbano, Narvalo ha creato delle mascherine che, grazie ad uno strato in carbone attivo e alla tecnologia filtrante Bls Zero di Bls (azienda specializzata da oltre 50 anni nella produzione di dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie), promettono un livello di filtrazione superiore al 99% di smog, batteri, pollini e virus.

Realizzate in tessuto 3D, le Narvalo Urban Mask sono traspiranti, lavabili, idrorepellenti e antistrappo e dotate di una valvola di espirazione studiata per massimizzare il deflusso d’aria, evitando eccessivi accumuli di calore e umidità all’interno, come ricorda una nota stampa. A completare il prodotto l’Active Shield, un dispositivo proprietario IoT che può essere posizionato sulla parte anteriore di ogni maschera Narvalo per tracciare la frequenza respiratoria e assicurare un’esperienza di respirazione in città mai provata prima.

Tramite una ventola intelligente e sensori capaci di monitorare i dati sulle performance respiratorie, l’Active Shield ottimizza costantemente il flusso d’aria all’interno della maschera, riducendo l’accumulo di calore, umidità e Co2. In più, comunica con lo smartphone tramite la Narvalo App per analizzare le performance respiratorie dell’utente e mostrare la qualità dell’aria respirata durante gli spostamenti in città.