Filippo Ganna, Simone Consonni, Jonathan Milan, Francesco Lamon: i campioni olimpici dell’inseguimento sono di nuovo in pista, dopo la straordinaria prova di Tokyo 2020, e lo faranno con caschi e bici d’oro. Il via alle 13 di oggi le qualificazioni nel velodromo coperto intitolato alla gloria Jean Stablinski, e in serata il primo turno.

“La condizione del gruppo è ancora molto buona, spiega il C.t Marco Villa. Sebbene siamo a fine stagione i ragazzi hanno tenuto la concentrazione giusta per arrivare ad un campionato del mondo. Questo sarà il calendario dei prossimi 4 anni e del prossimo biennio di qualificazione olimpica; dobbiamo prendere l’abitudine e capire come gestire gli allenamenti e le gare, per arrivare, anche in futuro, in condizione in questa fase della stagione.”

“Nell’inseguimento individuale siamo, con Filippo Ganna e Jonathan Milan, i detentori dei 2 titoli internazionali (Mondiale e Europeo, ndr) della specialità, continua Villa. Avremo tre posti e farò correre anche Manlio Moro, alla sua prima esperienza in un Mondiale Elite”.

Torna ad un Mondiale Elia Viviani, che resta uno dei punti di riferimento del gruppo maschile anche nella pista: “Elia è stato campione olimpico nell’Omnium 5 anni fa e bronzo ad agosto a Tokyo sempre nella stessa specialità. Con un campione simile non possiamo che puntare al massimo.”

Viviani scenderà in pista prima del previsto, perché ha avuto il via libera dall’Uci per partecipare allo Scratch di giovedì. Per il veronese in programma anche l’Omnium e l’Eliminazione, quest’ultima in programma domenica.

In gara anche le ragazze del quartetto per le qualificazioni: Elisa Balsamo, Martina Alzini, Letizia Paternoster e Martina Fidanza. Nel pomeriggio invece si assegnano le prime medaglie, a cominciare dallo Scratch donne (sulla distanza di 10 chilometri) con Martina Fidanza che in questa specialità ha già vinto un titolo Mondiale da juniores e continentale U23, lo scorso anno a Fiorenzuola.

Non ci saranno limitazioni per il pubblico, green pass a parte, il velodromo può ospitare fino a 1.500 persone ed è stato utilizzato anche come centro vaccinale, al pari di altri velodromi francesi. Giusto a fianco, c’è il velodromo scoperto Petrieux dove finisce la Roubaix e che quest’anno ha visto trionfare Sonny Colbrelli.

Programma (solo le finali)

Mercoledì 20 (18,30-21,24)

Scratch donne – 10 km – Martina Fidanza
Sprint a squadre donne
Sprint a squadre uomini

Giovedì 21 (18,30-21,44)

Inseguimento a squadre uomini
Scratch Uomini – 15 km
Keirin Uomini
Inseguimento a squadre donne
Eliminazione donne

Venerdì 22 (18,30-22,15)

Corsa a punti uomini – 40 km
Km uomini
Inseguimento individuale uomini
Sprint donne
Omnium donne

Sabato 23 (17,30 – 20,50)

500 m
Madison donne – 30 km
Inseguimento individuale donne
Omnium uomini

Domenica 24 (13,48-17,13)

Corsa a punti donne – 25 km
Sprint uomini
Madison uomini – 50 km
Keirin donne
Eliminazione Uomini

Gli azzurri convocati

Martina Alzini – Valcar Travel & Service
Elisa Balsamo – GS Fiamme Oro
Rachele Barbieri – GS Fiamme Oro
Liam Bertazzo – Vini Zabù
Davide Boscaro – Team Colpack Ballan
Chiara Consonni – Valcar Travel & Service
Simone Consonni – Cofidis
Martina Fidanza – GS Fiamme Oro
Filippo Ganna – Ineos Grenadiers
Francesco Lamon – GS Fiamme Azzurre
Jonathan Milan – Bahrain Victorius
Manlio Moro – Zalf Euromobil Desiree Fior
Letizia Paternoster – GS Fiamme Azzurre
Michele Scartezzini – GS Fiamme Azzurre
Miriam Vece – CS Esercito
Elia Viviani – Cofidis
Silvia Zanardi – Bepink

Courtesy: Federciclismo