È stato una colonna per anni con la sua Sidermec al fianco del team Androni Giocattoli. E lo sarà ancora nel nuovo progetto che ha nell’azienda spagnola Drone Hopper il primo nome della squadra. Non poteva essere diversamente per Pino Buda, l’appassionatissimo patron di Sidermec che il general manager Gianni Savio ritrae come “un gentiluomo di stampo antico e mentalità moderna”.

Buda, ricorda una nota, da quarant’anni sostiene il mondo del ciclismo, dal professionismo alle categorie giovanili fino alle manifestazioni, con un amore che non ha pari e con Savio ha un rapporto professionale e di amicizia di lunga data. “Pino Buda è un imprenditore che non solo aiuta il ciclismo, ma è anche impegnato nel sociale. Una grande persona, che ringraziamo di cuore per aver sempre sostenuto la nostra squadra in modo incondizionato”, ha dichiarato Savio.

Dopo sette anni come secondo nome della squadra, resta più che mai importante l’appoggio dell’azienda romagnola che è leader nella produzione di banda stagnata. Sidermec, che è partner storico del team, anche per questo 2022, comparirà dunque in evidenza sulle nuove maglie.

Nella foto Gianni Savio e Pino Buda (Courtesy: Ufficio Stampa Drone Hopper Androni Giocattoli)