Un progetto per elettrificare le ciclovie italiane. Si chiama Dinaclub ed è un’idea di Repower, fornitore di elettricità, gas e servizi di efficienza energetica, ma anche di soluzioni per la mobilità elettrica, come la cargobike Lambro.

Illustrato di recente in occasione della presentazione di Italia in Bici: scenari, protagonisti, indotto, il report realizzato da Repower e Università Iulm, Dinaclub è un network di ricarica per e-bike con il quale Repower punta ad elettrificare le ciclovie d’Italia.

L’elemento base di questo progetto è Dina, rastrelliera per e-bike targata Repower, realizzata dallo studio del designer Compasso d’Oro alla carriera Makio Hasuike, che consente di parcheggiare sette bike e ricaricarne quattro in contemporanea.

Grazie al qr code associato a ogni Dina, inoltre, è possibile entrare nella community e partecipare alla gamification per riscattare gratuitamente mappe territoriali di komoot, piattaforma specializzata in pianificazione e navigazione di percorsi outdoor con 22 milioni di utenti in Europa.

C’è poi il portale dinaclub.repower.com, uno spazio online con news e approfondimenti, nonché punto di atterraggio della community. Tutto questo è Dinaclub.