La nuova impresa di Omar Di Felice ha finalmente avuto inizio. Dopo aver trascorso alcuni giorni in Cile a Punta Arenas, l’ultracyclist, ospite anche in un puntata de Le Storie di BIKE, è riuscito finalmente a partire. Grazie alle condizioni meteo favorevoli, Di Felice ha potuto prendere il piccolo velivolo con cui è atterrato sul suolo Antartico al campo base Union Glacier con tutta l’attrezzatura per la sua traversata. Questo il primo step dell’Antarctica Unlimited, il nome del progetto sportivo-divulgativo di realizzazione della prima traversata dell’Antartide in bicicletta in solitaria attraverso il Polo Sud.

Dal comunicato dell’ufficio stampa personale, si legge che Di Felice è rimasto al campo base per ben 6 giorni senza potersi muovere a causa dei forti venti. Alle ore 21.00 del 26 novembre orario Cile (ovvero l’una del mattino del giorno 27 novembre orario Italia), l’ultracyclist è partito dalla base Union Glacier. Un aereo lo ha scaricato dopo cena a Hercules Inlet e da qui è partito per la prima tappa della sua impresa, percorrendo 5 km prima di accamparsi per dormire.

L’altimetria del viaggio che porterà Omar Di Felice a Leverett Glacier, Polo Sud

Di Felice sta cerando di percorrere oltre 1.200 km per raggiungere il Polo Sud e arrivare alla costa del Leverett Glacier, impresa mai riuscita integralmente a nessuno in sella ad una bicicletta. Ecco la dichiarazione che ha inviato: “All’improvviso il vento si è placato e il pilota è corso a chiamare: si parte! Non ero pronto o forse doveva arrivare così la chiamata. Ancora seduto a cena ho chiuso la tenda velocemente e mi sono precipitato. Dopo venti minuti ero solo, nell’immensità dell’Antartide con il vento ad urlare forte contro di me. I primi 5 km sono stati i più surreali e incredibili della mia vita. Pedalare in equilibrio tra i sastrugi creati dal vento tentando di seguire la traccia solo con l’aiuto della bussola. Ora qui, chiuso nella piccola tenda che sarà il mio rifugio nei prossimi mesi cerco di recuperare un po’ di energie in vista di domani”.

È possibile seguire in diretta la posizione di Omar Di Felice sulla mappa ENDU. Alle ore 19.00 del 29 novembre (ora italiana) aveva percorso quasi 29 km tra i ghiacci.

(Foto credits @Omar Di Felice)

lascia un commento