La seconda edizione della Fiera del Cicloturismo, di scena a Bologna il 1° e 2 aprile, aggiunge una giornata dedicata agli operatori del turismo in bicicletta. Venerdì 31 marzo si svolgerà nello spazio DumBO il primo Forum B2B, un’occasione di incontro sulle nuove opportunità di settore. Tra gli appuntamenti, la presentazione del 3º Rapporto Nazionale sul Cicloturismo in Italia a cura di Isnart, una tavola rotonda sulle reti nazionali e internazionali del cicloturismo e un’area Buyer&Seller riservata agli espositori nazionali e internazionali per gli incontri One-to-One.

Il Forum del Cicloturismo, e voluto e organizzato da Bikenomist, si pone l’obiettivo di creare reti e diffondere buone pratiche per la crescita del settore del cicloturismo. Sarà un momento di dibattito su economia del cicloturismo e tendenze, tra nuove professionalità e opportunità per gli operatori del settore quali destination management company, tour operator, agenzie di viaggio, guide cicloturistiche, strutture alberghiere, enti del turismo e fornitori di servizi turistici.

“Il Forum del Cicloturismo è un’occasione importante per chi opera nel settore dei viaggi e del turismo attivo per incontrarsi e professionalizzare un settore che in molti casi è caratterizzato da forme di improvvisazione” commenta Pinar Pinzuti, direttrice della Fiera del Cicloturismo e membro del consiglio di Eurovelo “Il cicloturismo è una nicchia di mercato ormai matura e che continua a crescere, per questo deve essere affrontata facendo rete, condividendo conoscenze e buone pratiche e stimolando un approccio scientifico alla crescita del settore”.

Nell’ambito del Forum del Cicloturismo, l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche (ISNART) presenterà i risultati del Rapporto ISNART-Unioncamere e Legambiente “La via italiana al cicloturismo 2022”. Lo studio, giunto alla terza edizione, presenta una panoramica dei principali trend in atto nella domanda turistica legata al bike, con due approfondimenti qualitativi: uno dedicato al segmento del cicloturismo di fascia alta, fenomeno in crescita negli ultimi anni; l’altro al progressivo e promettente diffondersi delle ciclovie nel Sud d’Italia.

Il programma del Forum prevede poi una tavola rotonda dedicata alle reti del cicloturismo. Alcuni dei temi trattati dai partecipanti saranno “I mercati del cicloturismo” a cura di ActiveItaly, il “Marketing territoriale, strategie e azioni” con la best practice presentata da VisitFlanders e, con il format “Pecha Kucha”, ossia brevi interventi di 20 slide in 6 minuti e 40 secondi, la presentazione dei progetti e casi studio.

Sarà allestita inoltre un’Area Buyer&Seller riservata agli espositori nazionali e internazionali, per gli incontri One-to-One e, infine, grazie alla collaborazione con ATTA, Atta Adventure Travel and trade Association, si terrà “Adventure Connect”, aperitivo di networking e momento di confronto organizzato per fare rete con gli operatori. Fondata nel 1990, l’Adventure Travel Trade Association è la più grande rete globale di leader di viaggi d’avventura. La comunità è composta da circa 30.000 guide individuali, tour operator, lodge, consulenti di viaggio, enti turistici, e operatori del settore che condividono la convinzione e l’impegno per il turismo sostenibile.

(credits: Fiera del Cicloturismo)

lascia un commento