Articolo tratto da BIKE Volume 11, edizione Winter gennaio-marzo 2023

Le storie di bici cargo prodotte in Italia raccontano sfide di coraggio e creatività. Sullo scorso numero di BIKE abbiamo iniziato un viaggio per dare voce a produttori come Riccardo Tavernari di Irena Bike a Modena, Walter Turbinano con la sua Panda bike a Treviso e Giacomo di Bcargo con tutto il team di Florence Bike Lab a Scandicci, provincia di Firenze. Questa volta siamo in Emilia Romagna e in Lombardia per incontrare Officine Recycle e TrikeGo.

Artigianalità e attenzione all’utente finale, assieme alla passione per le relazioni umane, sono fattori comuni a tutte queste officine che, a volte, diventano luogo dove fermarsi a mangiare una pasta fresca o ad ascoltare un po’ di musica. Succede così a Soliera, provincia di Modena, dove Marco Casalgrandi (nella foto in alto con la figlia) sei anni fa ha messo in piedi il progetto delle Officine Recycle. Tra attrezzi del mestiere, categorizzati con un segno a pennarello nero e una piccola sala prove per quando c’è voglia di musica dal vivo, insieme a Giulia, Eros e ad altri appassionati, tutto viene fatto in casa. Si producono circa 70 biciclette l’anno, vendute principalmente a privati e per lo più all’estero.

“Sono stato disegnatore meccanico per anni – racconta Casalgrandi – ma volevo un progetto mio. L’idea è nata quando sono diventato papà e avevo l’esigenza di portare in giro mia figlia”. Inizia così l’avventura delle Officine Recycle. Il nome è un chiaro manifesto a sostegno dell’ambiente. I modelli sono realizzati sia ex novo sia dando una seconda (e durevole) vita a pezzi usati. “In pochissimi richiedono cargo a motore – osserva –, piuttosto qualcuno ci chiede di imparare a saldare e vuole costruire con noi la propria bicicletta. Una volta terminato l’assemblaggio, si mettono in sella e tornano a casa”. C’è anche chi, con la cargo, ha fatto viaggi piuttosto lunghi: “Una famiglia, per esempio, ha viaggiato con la loro bimba di due anni da Amburgo fino a Lisbona. Io stesso l’ho fatto con mia figlia, siamo arrivati nei Paesi Baschi”.

La prima cargo prodotta da Officine Recycle è stata Bronte: ora acquistabile anche in versione e-bike motorizzata Oli, ha una struttura da mountain bike e spazio carico da 75×55 centimetri. “Le nostre cargo sono in acciaio e prodotte su misura”, precisa Casalgrandi. “Il telaio viene richiesto su ordinazione e il box viene adattato a seconda delle esigenze, oppure si può decidere di lasciare lo spazio del carico libero per creare il proprio box in autonomia. Se richiesta, anche la copertura viene cucita e assemblata da noi”.

Con TrikeGo ci spostiamo invece ad Arese, provincia di Milano, dove l’idea di un progetto imprenditoriale dedicato alle bici da carico inizia con una collaborazione: trovare un modo innovativo per distribuire i prodotti locali a domicilio. A cavallo tra il 2010 e il 2011, dopo aver lavorato nella comunicazione, Francesco Casoli riparte da zero e diventa un corriere a bordo di una bici cargo. “Sono dell’idea – spiega – che per poter capire le cose bisogna prima conoscerle e provarle in prima persona. Tutti i giorni tornavo a casa pieno di informazioni. Mamme, negozianti, in molti mi fermavano per sapere qualcosa in più sulla bici che guidavo. Praticamente un’indagine di mercato durata dodici mesi. Ho capito che esisteva la domanda, ma mancava l’offerta. Così mi son fatto un grande regalo di compleanno: festeggiare i 40 anni con il mio primo prototipo di cargo”. Oggi ne vende circa 200 partendo dal mercato locale.

La formula vincente, lanciata sin dal principio, è stato il noleggio: “Sul territorio ero l’unico che faceva personalizzazione e servizio noleggio. A Milano siamo referenti per circa 15 agenzie pubblicitarie che con i nostri mezzi portano in strada qualsiasi tipo di prodotto. La cargo bike è capace di diffondere un messaggio trasversale“, sottolinea Casoli. “Abbiamo lavorato sul noleggio anche per i privati, facilitando il pagamento a rate sia per le aziende sia per le famiglie. Usare una bici di questo tipo per qualche giorno è l’opportunità per capire che l’eventuale acquisto è un investimento che si ripaga molto velocemente”.

Da qualche mese, le cargo di TrikeGo si possono provare anche a Milano, all’interno della nuova Ciclofficina Nascosta, nel cuore di Parco Sempione. Si possono noleggiare durante i giorni di apertura (martedì, giovedì e sabato) e tutti gli altri giorni solo su appuntamento. E a dieci anni di distanza dalla nascita è arrivato un nuovo modello TRK9, in acciaio e dal colore personalizzabile, poco più di due metri di lunghezza con un pianale di carico rettangolare di 86 centimetri, per un peso di 35 chili (senza box), motore elettrico integrato, display e circa 80 chilometri di autonomia.

lascia un commento