Confermate tutte le più importanti Gran Fondo e gare ciclistiche dell’Emilia-Romagna, dalla Nove Colli all’Appenninica Mtb Stage Race, il passaggio del Giro d’Italia (Riccione-Cento) e, per la prima volta, la Grand Départ del Tour de France dall’Italia (con le prime tre tappe in Emilia-Romagna, Firenze-Rimini, Cesenatico-Bologna e Piacenza-Torino), non poteva mancare l’Italian bike festival.

La manifestazione dedicata al mondo delle bici e al cicloturismo, che – come ricorda un comunicato – ha ricevuto la qualifica di Fiera internazionale proprio dalla Regione, è in calendario dal 13 al 15 settembre, per la terza volta consecutiva al Misano World Circuit “Marco Simoncelli” di Misano Adriatico. E cresce l’interesse, del pubblico e degli addetti ai lavori, come testimoniano le oltre 53mila presenze del 2023. Significativo anche il fatto che a sei mesi dal via della settima edizione più del 70% degli spazi sono stati prenotati, a riprova che l’interesse per questa manifestazione è concreto.

“L’Italian bike Festival è un appuntamento unico a livello fieristico in Italia, che si svolge in una location ideale, il Misano World Circuit, è una grande opportunità per il mondo del cycling e delle due ruote”, commenta Davide Cassani, presidente Apt Servizi Emilia-Romagna. “L’Emilia-Romagna è una regione in cui il ciclismo ha radici profonde, è una terra che da tanti anni investe nell’offerta turistica del cicloturismo, che investe in questa direzione e che sta portando risultati straordinari. Siamo orgogliosi quest’anno di ospitare oltre al Giro d’Italia anche il Tour de France, due grandi eventi internazionali, a conferma che oggi l’Emilia-Romagna rappresenta un vero e proprio hub dove si fa ciclismo a 360 gradi”.

“L’Ibf è il più importante appuntamento in Italia e in Europa dedicato al mondo della bici, un evento atteso da migliaia di appassionati, l’occasione unica per il cliente finale di conoscere dal vivo i protagonisti, incontrare le aziende, testare le ultime novità in tema di prodotti”, aggiunge Fabrizio Ravasio, managing director di Taking Off, la società organizzatrice dell’evento. “Siamo sempre più orgogliosi e fieri di essere il punto di riferimento in Europa tra gli eventi espositivi di settore, confermato anche dalla continua e crescente attenzione da parte di rinomati brand stranieri. Il nostro obiettivo è proporre una manifestazione di altissimo livello, con un’offerta merceologica che mette al centro il business e la proposta turistica più qualificata per superare i numeri già entusiasmanti dell’ultima edizione”.

Sempre più ricco e articolato il pacchetto di proposte legate al territorio: i visitatori infatti avranno la possibilità di scoprire il territorio dell’Emilia-Romagna, una vera e propria terra di ciclismo, che vanta 9mila km tra percorsi stradali, con piste ciclabili e tracciati sterrati per mountain bike e e-bike.
E per gli amanti del cicloturismo ci sono 10 Ciclovie, dalla Via Romagna (463 km tracciati e protetti tra mare e collina che attraversano la Romagna) alla Food Valley Bike (70 chilometri attraverso le terre di Giuseppe Verdi e i luoghi di origine di salumi simbolo della tradizione italiana come il Culatello di Zibello), passando per la Ciclovia di Dante (225 km da Ravenna a Firenze sul cammino del Sommo Poeta) e la Ciclabile del Parco del Delta del Po (5,4 km a filo d’acqua, completamente circondati dalle valli di Comacchio).

Sulla Riviera Romagnola sono attivi, inoltre, una ventina di club di prodotto (alcuni collegati al Consorzio Terrabici) con operatori specializzati nel cicloturismo, a cui sono collegati un centinaio di bike hotel e ai quali si aggiungono, in tutta la Regione, altri 200 alberghi attrezzati e sempre più specializzati in questo segmento turistico.

Italian bike festival, conclude la nota, è l’appuntamento espositivo dedicato al mondo bici che dà la possibilità a tutti di effettuare test bike su due tracciati esclusivi: l’ormai iconica Yamaha Off-Road Arena che sarà dedicata ai test delle mtb, e-mtb, ciclocross e gravel, e la pista internazionale del circuito di Misano denominata Campagnolo Road Circuit, destinata invece alle prove su strada.

Rivedi lo speciale di BIKE dedicato all’Italian bike festival 2023

lascia un commento