Seconda giornata ai mondiali di ciclismo su pista di Roubaix che regala ancora grandi emozioni in casa Italia. Dopo l’oro conquistato da Martina Fidanza nello scratch, arrivano altri due titoli iridati con Letizia Paternoster nella prova a eliminazione femminile e con Ganna, Consonni, Bertazzo, Milan e Lamon nell’inseguimento a squadre uomini. Argento invece per il quartetto femminile Balsamo, Alzini, Fidanza, Consonni.

Sono le lacrime di Letizia Paternoster a chiudere nel migliore dei modi la seconda giornata di questi campionati del mondo. Al termine di una gara a eliminazione condotta in maniera magistrale l’azzurra sconfigge nel testa a testa finale per l’oro la belga Kopecki. Per la campionessa trentina si tratta del primo titolo mondiale élite su pista, dopo l’argento (Omnium) e il bronzo (nella Madison in coppia con Elisa Balsamo) dello scorso anno.

Dopo l’oro olimpico, il quartetto maschile azzurro conquista anche il titolo iridato fermando il cronometro a 3’:47”192. Filippo Ganna, Simone Consonni, Jonathan Milan, Liam Bertazzo e Francesco Lamon (che ha corso il turno di qualificazione) regalano all’Italia un titolo che mancava dai mondiali 1997. Nulla da fare per la Francia che conquista l’argento. Nella finale per il terzo-quarto posto la Gran Bretagna ha sconfitto la Danimarca.

Filippo Ganna, Liam Bertazzo, il Ct Marco Villa, Jonathan Milan, Simone Consonni e Francesco Lamon (Courtesy: Federciclismo)

Così il Ct della nazionale maschile Marco Villa a fine gara: “Non è stato facile, la Francia davanti al suo pubblico ha dimostrato che i valori in questa specialità cambiano molto velocemente. I ragazzi ci tenevano a fare bene e per questo hanno mantenuta alta la concentrazione. Abbiamo un gruppo di atleti forti e molto giovani, che ci permettono di guardare al futuro con ottimismo, oltre a costruire grandi risultati già adesso”.

Un medagliere azzurro che dopo due giornate di gare si arricchisce anche dell’argento conquistato dalle ragazze nell’inseguimento a squadre. Elisa Balsamo, Martina Alzini, Martina Fidanza e Chiara Consonni (che ha sostituito Letizia Paternoster) centrano il miglior risultato della storia azzurra in questa specialità. Oro per la Germania.

Le finali di venerdì 22 ottobre (18,30-22,15)

Corsa a punti uomini – 40 km

Km uomini

Inseguimento individuale uomini

Sprint donne

Omnium donne

in foto Letizia Paternoster (Courtesy: Federciclismo)