“Beati gli ultimi che la vita sanno goder”. Con questa filosofia, da sei anni, ritorna il Festival del ciclista lento, quest’anno in programma da venerdì 28 a domenica 30 ottobre, sempre a Ferrara. In programma la Pedalata più lenta del mondo (cinque chilometri in 5 ore) e non solo: c’è anche la Granfondo del Merendone, il Gran Galà del Ciclista Lento con il Cinema a Pedali, la tavola rotonda tematica ‘Due chiacchiere sulle due ruote’, ospiti campioni & scrittori, premiazioni e anche un matrimonio: il primo matrimonio della Repubblica delle Biciclette.

“Il Festival è arrivato alla sua sesta edizione”, osserva Guido Foddis, ideatore e patron della manifestazione. “Nei precedenti cinque anni abbiamo coinvolto campioni del ciclismo, artisti popolari, raccontato storie di impegno sociale (come Alessandra Cappellotto che aiuta a fuggire e ospita le atlete della nazionale ciclismo dell’Afghanistan). Quest’anno vogliamo mettere al centro dell’attenzione i pedalatori che vivono la passione per il ciclismo, l’impegno per la salvaguardia ambientale e la convinzione che la bicicletta salverà il mondo in una dimensione personale, lontano dalle luci della ribalta”.

“In loro rappresentanza – spiega Foddis – daremo voce a Marco Scarponi, che con la fondazione intitolata al campione Michele lotta per avere strade a misura di ciclista. Promuoveremo economisti, scrittori e artisti che hanno scelto di abbandonare l’auto in garage o di venderla. Incontreremo autori e autrici di guide di viaggio che prima di scriverne si mettono in sella a una bicicletta per tracciare le rotte da consigliare. Ritroveremo un ‘vecchio campione’ come Gianbattista ‘Gibì’ Baronchelli, che questa volta ci farà da guida e mentore alla Granfondo domenicale. E ovviamente giocheremo con tutti loro, perché il Festival del ciclista lento rimane un grandissimo divertimento”.

“La 5 Km in 5 Ore e la Granfondo del Merendone”, prosegue il patron del festival della lentezza a pedali, “sono una parodia che non sminuisce il ciclismo, ma che offre una possibilità a tutti per essere protagonista in bicicletta. Proprio a tutti, anche chi ha deciso di sposarsi nei giorni del Festival celebrando le nozze proprio durante il nostro evento. Una bella responsabilità che accettiamo con orgoglio: auguri e figli ciclisti!”. Per consultare il programma con tutti gli appuntamenti basta andare sul sito: https://www.ciclistalento.it/il-programma/.

lascia un commento